Legumi

Legumi siciliani

I legumi sono i semi commestibili delle piante che appartengono alla famiglia delle leguminose. In Italia ne viene fatto un largo uso e le varietà presenti sulle tavole degli italiani sono davvero tantissime: ceci, fagioli, piselli, fave, lenticchie, cicerchie, lupini, ecc… Ognuno di questi semi è prodotto in una precisa area geografica che ne consente e ne favorisce la migliore coltivazione possibile. Questo vale anche e soprattutto per la Sicilia, dove i legumi si possono trovare in tavola sia freschi che secchi.  Al pari dei vari luppoli utilizzati per la produzione della birra artigianale siciliana, anche i legumi siciliani presentano delle caratteristiche e delle proprietà uniche. I Ceci Neri, ad esempio, sono particolarmente ricchi di ferro, le Lenticchie di Villalba invece ricche di proteine, mentre quelle rosse sono altamente digeribili e adatte ad una dieta povera di grassi. Fonte di proteine, al pari o più dei cereali, l’introduzione dei legumi siciliani nella dieta quotidiana, migliora la qualità e l’apporto proteico favorendo funzioni nutrizionali, ed extra-nutrizionali.

Legumi siciliani: conservazione e consumo

In Sicilia, come nel resto d’Italia, i legumi sono presenti sulle tavole dei consumatori in ogni momento dell’anno. Sono disponibili sotto diverse forme: freschi, secchi, o immersi nel proprio liquido di cottura. Mentre i legumi siciliani freschi possono essere reperiti solo in determinati periodi dell’anno, corrispondenti ai vari periodi di raccolta, i legumi secchi sono sempre a disposizione per un consumo continuativo ed equilibrato. I legumi possono infatti essere conservati a temperatura ambiente in maniera ottimale, previa essiccazione. Si tratta di un metodo di conservazione salutare, in quanto consente di non utilizzare grandi quantità di sale (NaCI), permettendo inoltre di conservare intatta l’integrità nutrizionale del prodotto stesso.

Diverse e molteplici le funzioni dei legumi in cucina. Sono alimenti che presentano un’ottima composizione amidacea e, per questo motivo, possono sostituire egregiamente vari prodotti a base di cereali e patate. Inoltre non contengono glutine, quindi possono tranquillamente essere assunti da chi soffre di intolleranze. Avendo un’abbondanza proteica molto spiccata, in associazione con determinati altri alimenti, possono arrivare a soddisfare pienamente il valore biologico (VB), sostituendo così svariati alimenti di origine animale.

A livello pratico, i legumi siciliani possono anche essere usati stufati per sostituire la pasta, o il riso. Sono inoltre un perfetto accompagnamento a diverse pietanze e, se cucinati assieme ai cereali, raggiungono velocemente il VB simile a quello delle proteine dell’uovo.

Ceci Neri

Sono pregiati legumi siciliani coltivati senza l’ausilio di trattamenti chimici. I Ceci Neri hanno buccia rugosa e irregolare e si contraddistinguono per la colorazione nera e per una spiccata consistenza. Hanno un sapore intenso, aromatico e saporito. Posseggono inoltre preziose proprietà nutritive: vitamina A, B e C, calcio, magnesio, fosforo, zinco, inoltre contengono tre volte la quantità di fibre dei ceci tradizionali e sono molto più ricchi di ferro.

Lenticchie di Villalba

Si tratta di legumi siciliani dalle spiccate qualità organolettiche e nutrizionali. Si presentano con semi grandi, schiacciati con diametro di almeno 8 mm. È infatti classificata come lenticchia di Villalba super gigante. Sono ricchissime di sodio, calcio e soprattutto di ferro. Contengono un basso tenore di fosforo e potassio ed hanno un elevato contenuto proteico, soprattutto rispetto agli altri semi appartenenti alla famiglia delle fabacee. Il seme resta sempre compatto, anche dopo una cottura molto prolungata. Dal sapore intenso e particolare le lenticchie di Villalba, sono un contorno perfetto per tantissimi piatti vegetariani e a base di carne e di pesce.

Lenticchie Rosse

Versatili e dalle pregevoli proprietà organolettiche e nutrizionali, sono legumi siciliane dalle antiche origine egiziane. Le Lenticchie rosse si presentano con dimensioni ridotte, tenere e senza buccia. Hanno una forma un po’ schiacciata e, una volta cotte, cambiano tonalità assumendo un colore tendente al giallo. Contengono ottimi quantitativi di proteine vegetali, carboidrati, fibre, vitamine del gruppo B (in particolare acido folico, niacina, B1, B6 e B2) e Sali minerali. Presentano una buona quantità di acidi grassi, come gli Omega 3 e Omega 6, nelle rispettive forme di acido alfa-linolenico e linoleico. Sono facili da digerire e aiutano a tenere sotto controllo l’indice glicemico.

Lenticchie Nere

Legumi siciliani ricercati, sono considerati una vera e propria prelibatezza. Le Lenticchie nere hanno proprietà anti-ossidanti e sono ricchissime di ferro e vitamine B. La varietà siciliana possiede meno grassi rispetto alle lenticchie tradizionali e, al tempo stesso, sono in grado di rilasciare più fibre nell’organismo. Sono ottime come alimento da impiegare in una dieta sana ed equilibrata, volta anche a perdere peso, o mantenere il peso forma. Molti piatti della tradizione culinaria siciliana le vedono come protagoniste assolute di gusto e semplicità (come ad esempio le lenticchie nere in umido, oppure le polpette di lenticchie nere).

Visualizzazione di 4 risultati

Open chat